Storia della Biennale di Venezia

                                
Il nome della Biennale di Venezia si riferisce all’organizzazione artistica e il nome dell’organizzazione è stato cambiato in fondazione biennale nell’anno 2009.Ora il nome della mostra è chiamato come Biennale d’Arte. Il nome dell’organizzazione è diverso dalle altre mostre organizzate da altre fondazioni. In questo articolo esamineremo il Rapporto Completo della Biennale di Venezia. Si tratta di una mostra di arte visiva contemporanea e io t è condotto negli anni dispari numerati . Questa fondazione ha esteso il suo continuo sostegno nelle arti e anche nell’organizzazione di altri eventi come festival internazionale di musica contemporanea, festival teatrale, festival cinematografico, carnevale internazionale per bambini e festival internazionale di danza contemporanea.
La risoluzione fu approvata dal consiglio comunale veneziano e progettarono di condurre un anniversario d’argento del re Umberto e di Magherita di Savoia e di allestire una mostra biennale di arte italiana. La prima mostra d’arte internazionale della città di Venezia fu condotta nell’anno 30 aprile 1895 dal re e dalla regina d’Italia. Ma è stato progettato per aprire il 22 aprile, 1894.It era molto popolare tra la gente e quasi 224.000 visitatori sono venuti a vedere la mostra. Diversi paesi sono coinvolti nell’installazione dei padiglioni nazionali dal 1907 in poi alla mostra e il primo è dal paese del Belgio. Il primo famoso artista di fama internazionale Gustav Klimt diresse un uomo per Renoir, una retrospettiva di Courbet.
C’è stato un lavoro fatto dal Picasso chiamato Famiglia di Saltimbanques. È stato collocato in salone spagnolo nel Palazzo centrale. Ma è stato rimosso più tardi da quel luogo a causa del timore che questo romanzo possa scioccare la gente. Dal 1907 al 1914, circa sette pavillon s’insediano in Belgio, Ungheria, Germania, Gran Bretagna, Francia e Russia. Tutti questi eventi sono cancellati nell’anno 1916 e 1918, durante la prima guerra mondiale. C’è stata una scissione nel posto di sindaco di Venezia e il presidente della Biennale nell’anno 1920.Victoria Pica, è stato selezionato come nuovo segretario generale e la prima presenza è stata portata nell’arte d’Avanguardia soprattutto impressionisti e post-impressionisti.
Nel 1972, tema di Opera o compartamento è stato adottato per la prima volta. Fino al 1999, l’evento è stato promosso dalla Biennale in tutti i settori. L’anno 1999.In 2013 è stata creata una Biennale con la Biennale. Il suo tema era basato sul modello architettonico insegnato da un artista italo-americano autodidatta di nome Marino Auriti. Innumerevoli pavillons nazionali che non sono ufficiali spuntano nel 2009.